Lyrics

UNO DUE O ME

Parole che scoppiano/ nella tua bocca chiusa/ vorresti urlare il mondo/ ma tutto resta in fondo/ Dici quello che non pensi/ e poi non pensi a quel che dici/ Eppure tu le sai/ conosci le risposte/ a tutte le questioni che vengono imposte/ ti guarderai allo specchio/ ma io continuerò/ a scavare la/ tua pelle per/ scoprire/ Uno due o me/ chi vuoi essere/ quante facce hai/ mostrami chi sei/ Uno, due o me….o te/ Pensieri si ribellano/ se tu li tieni chiusi/ Pensieri che svaniscono/ se poi tu non li usi/ Dici quello in cui credi/ e poi non credi in quel che dici/ Eppure tu disegni/ l’ immagine distorta/ di ogni idea contorta a cui ti affidi ogni volta/ Ti guarderai allo specchio/ ma io continuerò/ a scavare la tua pelle per scoprire/ Uno due o me/chi vuoi essere/quante facce hai/ mostrami chi sei/ Uno due o me o te.

 

ERI TU

E adesso che non ti ho davanti/ e posso solo immaginarti/perché, mi chiedo/ sento solo te?/ Perché ti sento solo ora?/ Ma dov’eri?/ Negli angoli dei miei pensieri?/ Ma dov’eri?/ Perché non ti sentivo, eppure/ eppure/ Eri tu/ eri tu/ eri tu, ti nascondevi, tu/ Eri tu/ eri tu/ ed io ti nascondevo/ io ti nascondevo/ E adesso che non ti ho davanti/ sta lì mi guardi e dici/ Eri tu/ eri tu/ un sentiero che era strada tu/ Eri tu/ eri tu/ un pugnale che era spada tu/ Eri tu/ eri tu/ tu mi nascondevi tu/ Eri tu/ eri tu/ Tu mi nascondevi/ e mi nascondevi/ Ma dov’eri/ negli angoli dei miei pensieri?/ Ma dov’eri ?/ Perché non ti sentivo..eppure…/eppure…/ Eri tu/ eri tu/ un sentiero che era strada tu/ Eri tu/ eri tu/ un pugnale che era spada tu/ Eri tu/ eri tu/ tu mi nascondevi tu/ Eri tu/ eri tu/ Tu mi nascondevi/ e mi nascondevi/ E adesso che non ti ho davanti più/ E adesso che non ti ho davanti più/ e adesso che non ti ho davanti più/ E posso solo immaginarti/ E adesso che non ti ho davanti più/ Perché ti sento/ solo ora?

 

VOGLIE DIVERSE

Al mio risveglio disegno/ Il giorno che fa per me/ Per un istante mi illudo/ su quale volontà/ Scelgo tra i miei desideri/ e perdo ore ed ore/ È il mio coraggio confuso/ Ecco il mio personaggio/ Ma io non voglio vedere più/ un milione di voglie diverse al giorno/ Voglio rompere il ghiaccio/ Voglio nuovi rumori/ Voglio urlare tra i pazzi/ Scegliere i miei umori/ Sfoglio cronaca nera/ È piu sincera di me/ Menzogne a prezzi scontati/ che poi dimentico/ Ho molti libri sul letto/ che leggo fino a metà/ e dubbi che mi sorridono/ Quanti ne salverei/ Ma io non voglio vedere più/ un milione di voglie diverse al giorno/ Voglio rompere il ghiaccio/ Voglio nuovi rumori/ Voglio urlare tra i pazzi/ Scegliere i miei umori/ Io non conosco nessuno/ ma osservo un po’ più in la/ e vedo tutte le vite/ tutte tranne la mia/ Nascosto dietro a uno specchio/ c’è un luogo che vorrei/ Scelgo il mio prossimo viaggio/ un posto candido/ Voglio rompere il ghiaccio/ Voglio nuovi rumori/ Voglio urlare tra i pazzi/ Scegliere i miei umori. 

 

SE CADONO I TUOI PEZZI

Stai seduto nella tua stanza/ Provi a ricomporre/ pezzi di cartone/ All’improvviso la tua emergenza/ Una voce scorre/ stracci di parole/ Poi aggressivo ti giri a me/ il solito tuo ballo/ la solita domanda/ E’ il tuo modo di vincere/ Tu mi cogli in fallo/ prima che risponda/ Non riesci a stare senza/ tutte le tue guerre/ perse in partenza/ Cosa vuoi dimostrare/ quando provi a farmi male/ Cosa posso fare/ se cadono i tuoi pezzi/ Mi costringi e mi trascini/ in questa tua deriva/ di un dialogo violento/ Cento e più interrogativi/ Da dove arriva/ il tuo smarrimento/ Tutto a un tratto mi sorridi/ Poi ti guadi intorno/ con aria confusa/ E’ finita ma non ti chiedi/ se questo lascia un segno/ o forse mi hai delusa/ Cosa vuoi dimostrare/ quando provi a farmi male/ Cosa posso fare/ se cadono i tuoi pezzi/ Il rumore del tuo ego/ é così forte che non senti/ il mio cuore a cui non spiego/ la tua noia e i suoi lamenti/ Il tuo gioco è feroce/ io non so partecipare/ Il tuo sguardo e la tua voce/ in questa luce fanno male/ Cosa vuoi dimostrare/ quando provi a farmi male/ Cosa posso fare/ se cadono i tuoi pezzi. 

 

NON SOGNO

Scorre la notte/ provi a cercarti/ seguendo nel sogno/ la traccia che esisti/ Un buio a colori/ parole e rumori/ I miei occhi che si chiudono/ ma su questo palcoscenico/ nessuno sale in scena e ormai/ al mattino mi risveglio/ stanca e vuota come un’ombra/ senza poter dire/ Sai/ ho sognato che incontravo/ un leone un mostro un dio/ E facevo orge guerre e viaggi/ e giocavo con il cuore/ C’è solo buio nella notte/ Ma perché non sogno più/Non c’è un’idea un’immagine una trama illogica/ Ma io perché non sogno/ Nella mia mente/ sette ore di niente/ seduta a guardare/ un sipario che chiude/ Nessuno che piange/ Nessuno che ride/ Ora al mattino mi risveglio/ Stanca e delusa con la rabbia/ di non poter dire/ Sai/ ho sognato lava in fiamme/ trasformare laghi immensi/ in bianchissimi in deserti/ C’è solo buio nella notte/ Ma perché non sogno più/Non c’è un’idea un’immagine una trama illogica/ Ma io perché non sogno/ Sono il tuo sogno/ La tua rivoluzione onirica/ sono qui per dirti che/ per sognare devi aprire gli occhi.

 

DAMMI

Dammi fame/ dammi cibo/ dammi da mangiare/ Dammi notte/ dammi sonno/ dammi da dormire/ Dammi noia/ dammi niente/ dammi da desiderare/ Dammi scuse/ dammi scuse/ e dille piano piano/ Non darmi niente, non darmi/ non darmi niente/ Soffia via la cenere/ la brace è ancora accesa/ Dammi un motivo per restare sveglia e non dover dormire/ Dammi paura di restare sola/ dammi da soffrire/ Dammi qualcosa/ dammi un tiro/ dammi da fumare/ Dammi le tue spalle e vattene ora/ Non darmi niente/ Non darmi/ non darmi niente/ Soffia via la cenere/ la brace è ancora accesa/ Tutto quello che lasci e tutto quello che rimane/ mi fa male mi fa morire/ mi fa essere il tuo gioco/ che si rompe poco a poco e poi/ resta solo il vuoto/ Soffia via la cenere/ la brace è ancora accesa.

 

AFFONDANDO E SORRIDENDO

Viaggio di prima classe/ Nave con un nome ma non destinazione/ Ma non importa dove/ Ti basta un altro giorno con bella gente intorno/ Non pensi ci sia sotto un inganno/ hai fede in quel che fanno/ La verità è/ che la tua vita assomiglia a questa pietra/ che stringo tra le dita/ ma non lancerò/ non so/ perché non riesco/ Stai affondando/ sorridendo/ nei tuoi abiti firmati/ Vai a fondo sorseggiando un altro/ vodka e martini/ Io te l’avevo detto/ che il comandante della nave era pazzo/ Stai affondando/ aggrappandoti/ trascini a fondo anche me/ Incombe la tempesta/ ma se qualcuno pensa poi nessuno osa/ fermare questa festa/ e più che un illusione è allucinazione/ Ottimista non vedi c’è una falla/ ma finché resti a galla continui a ballare/ E la tua vita assomiglia a questa pietra/ caduta dalle dita/ caduta in fondo/ in fondo al mare/ Stai affondando/ sorridendo/ nei tuoi abiti firmati/ Vai a fondo sorseggiando un altro/ vodka e martini/ Io te l’avevo detto/ che il comandante della nave era pazzo/ Stai affondando/ aggrappandoti/ trascini a fondo anche me. 

 

OTTENEBRA

Sei la fine/ di ogni notte/ il colore denso che nasconde/ Sei quell’ombra della nebbia/ che si volta simile a un sospetto/ Mi spaventi/ ogni volta che non ti capisco/ Sono persa/ ogni volta ad ogni tua nuova crisi/ Sei la pioggia/ il temporale/ che fa andare via la luce e lascia il buio/ Riesci più a sentirmi/ Riesci più a parlare/ la nebbia che si addensa/ ti tormenta e stringe/ le dita sui tuoi occhi/ Non riesco più a sentirti/ Non riesco più a trattenerti/ La notte passerà/ asciugherà la pioggia/ e scioglierà la nebbia/ Dimmi tu/ se lo vuoi/ se lo chiedi posso stare ancora/ Se lo sai/ dillo tu/ è il silenzio ciò che vuoi ora/ Io ti osservo e non vedo più lo stesso volto/ Io ti ascolto/ e non riconosco la tua voce/ Sei un vulcano che riversa/ la propia lava sul suo petto nudo/ Riesci più a sentirmi/ Riesci più a parlare/ la nebbia che si addensa/ ti tormenta e stringe/ le dita sui tuoi occhi/ Non riesco più a sentirti/ Non riesco più a trattenerti/ Fuggi e ti nascondi/ dietro la tua porta/ tra me ed il tuo mondo/ Riesci più a sentirmi?